Una finestra aperta sulla «grande époque»

Archivio per marzo, 2021

Le General Colbert et sa pipe

Le General Colbert et sa pipe
Le General Colbert et sa pipe

Stefano Manni (dell’Isola di Torre Maìna)

Le General Colbert et sa pipe

Ritratto presumibile del Generale Pierre David Edouard de Colbert Chabanais, (Parigi 18 ottobre 1774 – 28 dicembre 1853).

Olio su tela, cm. 30 x 20, collezione dell’autore.

Omaggio a Jean Baptiste Edouard Detaille.

Questo lavoro è dedicato alla figura del Generale Colbert (ricavandone le presumibili sembianze dalle più popolari immagini che si hanno di questo personaggio particolare, tra gli uomini di spicco che servirono l’Imperatore), ritraendolo con le insegne del grado di generale di divisione, sull’uniforme del reparto alla cui testa compì le sue più memorabili imprese: i Lancieri Olandesi (Lancieri Rossi) della Guardia Imperiale.

(altro…)

Stile ed eleganza di un Gentiluomo dell’Arma

Stefano Manni (dell’Isola di Torre Maìna) “Stile ed eleganza di un Gentiluomo dell'Arma”
Stefano Manni (dell’Isola di Torre Maìna) “Stile ed eleganza di un Gentiluomo dell'Arma”
Stefano Manni (dell’Isola di Torre Maìna) “Stile ed eleganza di un Gentiluomo dell’Arma

Tecnica Mista pastelli e olio su carta spolvero, cm. 47 x 33 (collezione privata).


Immagine

Close to the gun

Close to the gun
Close to the gun
Stefano Manni (dell’Isola di Torre Maìna), Close to the gun

British Army – Young officer of the Royal Horse Artillery, campaign uniform – Belgium, June 1815. Oil on cardboard, cm.32 x 30, private collection.

“Vicino al cannone” : Esercito Britannico – Giovane ufficiale dell’Artiglieria a Cavallo Inglese, uniforme da campagna – Belgio, giugno 1815. Olio su cartoncino spolvero, cm. 33 x 30, collezione privata.

Ho dipinto questa tavola, ispirandomi ad un bellissimo figurino, attorno al quale ho costruito un ambiente che lo contestualizzi in una breve pausa di una concitata giornata di lotta.

La scena mostra un giovane subalterno della “Royal Horse Artillery” nella tipica tenuta di campagna estiva (senza pelisse), prevista nel cruciale anno 1815.

Partendo dall’alto verso il basso, l’uomo indossa un inconfondibile elmo tipo “Tarleton” (nella più raffinata e vistosa versione da ufficiale che, però, ricalca sostanzialmente, quasi in ogni aspetto, quella destinata ai ranghi dei sottufficiali e della truppa), con la caratteristica ed abbondante cresta di pelliccia semicircolare fulva, a circoscrivere, secondo una direttrice mediana e verticale, l’intero copricapo, dall’attacco della visiera al bordo posteriore del coppo con turbante.

(altro…)